Cosa sono gli smart locker?

C

Se sei arrivato in questo post forse hai cercato su Google: cosa sono i locker Esselunga? Oppure cosa sono gli smart locker?

Nelle ultime settimane si sta parlando molto degli smart locker come una novità che sta già cambiando le abitudini di molti italiani.

Quando ho sentito per la prima volta questo termine non ero molto preparato sull’argomento, e quindi ho svolto alcune ricerche che voglio condividere con te.

Se è la prima volta che visiti il mio blog, mi presento, sono Francesco Gallo, un ingegnere informatico e dal 2012 sono responsabile logistica in un centro di distribuzione alimentare. Sono molto appassionato del mio lavoro, e voglio condividere la mia passione e le mie conoscenze con te.

Quello che sto per dirti nei prossimi paragrafi, potrebbe esserti utile e potrai fare un gran figurone nelle conversazioni con i tuoi amici😉

Uno smart locker è un armadietto intelligente, con sportelli di dimensioni diverse ed un pannello di controllo, solitamente con schermo touch-screen.

Lo smart locker è connesso ad internet (IoT) e non ha necessità di essere controllato a vista da una persona.

È disponibile in qualsiasi ora del giorno e della notte e permette di offrire diversi servizi, con la possibilità di essere controllato molto semplicemente dal proprio smartphone.

I servizi offerti possono essere molteplici:
• deposito di strumenti di lavoro
• deposito effetti personali
• ricevimento merci
• ricevimento documenti
• luogo di ricarica di dispositivi elettronici

Fisicamente è simile agli armadietti posti all’ingresso delle banche dove posizionare gli oggetti che non possono entrare in banca.

Gli smart locker sono molto più tecnologici 😉

Smart Locker in Italia

Come si legge sul sito foodweb.it in un articolo del 18 settembre 2018, Esselunga aveva già installato i primi “smart locker” in Lombardia nell’estate del 2018:
“Il servizio è gratuito e per usufruirne basta ordinare la spesa online, anche tramite l’app Esselunga, e scegliere quando e dove ritirarla dopo averla pagata.”

Ricordiamo che Esselunga è precursore della spesa online in Italia, con il servizio attivo a partire dal 2001.

Nelle ultime settimane, Esselunga sta installando gli smart locker anche nei pressi degli ospedali o di altri luoghi dove i lavoratori hanno il vantaggio di ritirare la spesa senza recarsi fisicamente in negozio, e senza l’obbligo di farsi trovare disponibili nell’orario in cui arriva il corriere per la consegna.

Gli armadietti sono anche refrigerati e consentono di acquistare tranquillamente anche i prodotti del banco frigo.

Anche Carrefour aveva installato i primi locker nel gennaio 2019 presso il Caldera Park a Milano.
Da segnalare anche la presenza in Italia degli Amazon Locker.

Come funzionano gli Amazon Locker?

Al momento dell’acquisto è sufficiente selezionare l’indirizzo dell’Amazon Locker più vicino a casa, all’ufficio o alla palestra, aggiungerlo in rubrica e indirizzare lì l’ordine.

Una volta che il pacco sarà consegnato, si riceverà una mail di notifica con un codice di ritiro e un codice a barre, da utilizzare per il ritiro.

Se entro tre giorni dalla consegna, il pacco non viene ritirato, Amazon si occuperà di riprenderlo e di rimborsare il cliente del costo dell’articolo ordinato.

Pam Panorama è stato uno dei primi retailer italiani che ha provveduto a installare gli Amazon Locker: il primo punto vendita ad offrire questo servizio ai suoi clienti è stato quello in Via Sabotino 6, a Milano, dove i locker sono disponibili dal 5 dicembre 2016.

Segnalo anche Coop Locker presso: Coop Bicocca, Coop Via Lorenteggio 240.

Lo smart locker nella logistica

Nella catena logistica delle consegne al cliente, gli smart locker si collocano nella parte terminale dell’ultimo miglio.

Ossia nella parte a contatto con il cliente, e prevede quindi la disintermediazione totale tra il venditore/corriere e l’acquirente/cliente del prodotto acquistato/consegnato.

Il precursore di questo oggetto è stato sicuramente il colosso americano Amazon che lo sta già installando da diversi anni sia negli Stati Uniti che nel resto del mondo.

Il via libera dell’Agcom

Il 29 aprile 2020 l’Autorità garante delle comunicazioni (Agcom) ha avviato un’istruttoria “per definire misure che possano incentivare l’utilizzo di armadietti automatici (lockers) per la consegna e la raccolta dei pacchi”.

Questa modalità appare infatti come “la più adatta ad uno scenario di distanziamento fisico prolungato nel tempo”.

L’idea è che non solo possa profilarsi come più efficiente della consegna a casa, ma potrebbe tutelare maggiormente l’ambiente grazie alla decongestione del traffico cittadino.

L’obiettivo dell’Agcom, in sintesi, è di “individuare misure regolamentari per favorire la diffusione e incentivare l’utilizzo dei lockers e di formulare eventuali proposte e segnalazioni agli altri soggetti interessati sia pubblici che privati”.

Startup nata ad Aprile 2020:
Smart Locky 24

Smart Locky 24 nasce come progetto di startup nell’aprile 2020 dall’intuizione del founder Vincenzo Scorza e del suo amico e mentore l’Ingegnere Andrea Garello Cantoni.

Vincenzo, creativo e coinvolgente, porta con sé un bagaglio di esperienza ultra decennale nel settore dei trasporti, specializzandosi in quello aeronautico e ferroviario dove tutt’ora svolge un ruolo di importante responsabilità.

Andrea, brillante ed arguto imprenditore, si divide tra Milano ed il Sud Africa dove fonda “Cape Best”, ispirandosi all’eclettica realtà di Cape Town, importando dal posto e distribuendo in Italia oggetti di design, creazioni d’arte e vini di secolari cantine. Prodotti unici, accomunati dalla forza delle loro radici.

Vincenzo è da tempo attirato dalla realtà degli smart locker, (armadietti in lega leggera con un sistema di apertura meccatronico), realtà che in Italia però è quasi del tutto sconosciuta.
Infatti, il loro utilizzo è limitato a grandi città e centri urbani del nord Italia, ad uso esclusivo di player come Amazon, Esselunga, Ikea, Carrefour ecc.

Vincenzo sviluppa l’idea dopo l’ennesima frenetica ed intensa giornata lavorativa a Milano, uscito dalla metro nel temuto orario di punta, è costretto a recarsi al supermercato per comprare pane, latte, acqua e un po’ di frutta. Fila, stress ed assembramenti caratterizzano i suoi acquisti.

Dopo trenta minuti esce dal supermercato con una busta di spesa ed una confezione d’acqua prende l’autobus, nonostante casa sua dista pochi minuti a piedi.

Le sei bottiglie d’acqua da due litri ciascuna lo costringono su quel bus, chiaramente sovraffollato.

In quel tragitto la sua mente ripercorre tutti i passaggi a ritroso:
• progetto di spesa
• metropolitana
• supermercato
• stress
• fatica
• autobus
• casa

Ed in quel momento nasce “smart locky 24” che si pone come obiettivo principale quello di eliminare più della metà di quei fastidiosi punti.
• ordine spesa online
• metropolitana
• casa

Niente di più semplice, la possibilità di ordinare tutti i prodotti online da qualsiasi negozio convenzionato (supermercato, fruttivendolo, panettiere ecc.).

E ritrovarsi il tutto in uno smart locker posto nel proprio condominio al tuo ritorno a casa, zero fila, zero stress, zero fatica, uguale serenità e più tempo per sé stessi.

Ad oggi solo pochissime aziende propongono l’installazione di smart locker condominiali, ma con poco successo.

Questo perché l’offerta è mirata esclusivamente alla sola vendita del locker al condominio.
Smart Locky 24, infatti più che promuovere e vendere un oggetto, ha come obiettivo quello di vendere “un’esperienza” legata all’acquisto 3.0.

Comprendere l’importanza dell’esperienza d’acquisto nella mente delle persone assume un valore davvero importante, sebbene si tratti di un concetto di difficile comprensione e condivisione.

Smart Locky 24 è il primo progetto di startup italiana ed europea che lega gli smart locker ad un’esperienza.

Lo smart locker potrà portare vantaggi anche ai negozi ed alle attività di quartiere.

Ad esempio il panettiere sarà in grado di farti trovare nel tuo locker il pane appena sfornato, oppure potrai trovare la tua camicia pulita e stirata pronta per essere indossata.

E tu vorresti uno smart locker nel tuo condominio?

Ti consiglio di chiedere maggiori info a smartlocky24@gmail.com

Spero che questo articolo ti sia stato utile. Nei prossimi articoli andrò ad approfondire altri argomenti inerenti il settore della logistica.

Grazie per essere arrivato a fine articolo!

Iscriviti al mio profilo instagram @logisticait , per restare sempre aggiornato sui nuovi articoli che andrò a pubblicare e su eventuali altre iniziative future.

A presto!

Francesco

Inserisci Nome ed Email per accedere alla prima community di logistici italiani!

Troverai articoli, tips, informazioni per migliorare la tua logistica!

I agree to have my personal information transfered to MailChimp ( more information )

Il tuo indirizzo non sarà comunicato a terze parti. Potrai cancellarti in qualsiasi momento.

Sull'autore

Francesco Gallo

Lascia un commento

Francesco Gallo

Restiamo in contatto

Sfruttiamo insieme la community per far crescere le nostre idee, aiutare il business e sentici meglio!