Come diminuire le rotture in magazzino

C

La riduzione dei costi in azienda ricopre un ruolo fondamentale.

Tranne casi particolari, è quasi impensabile aumentare i prezzi di vendita, un modo per aumentare o mantenere il margine operativo consiste nella riduzione dei costi.

Sono Francesco Massimo Gallo, ingegnere informatico, e dal 2012 sono Responsabile Logistica in una importante azienda della Grande Distribuzione Organizzata.

Il mio lavoro è diventata la mia passione, e per questo motivo ho deciso di condividerla con te!

La logistica ed il magazzino può diventare uno strumento competitivo per l’azienda, e non un costo.

Vediamo alcuni spunti utili da seguire per procedere con la diminuzione delle rotture, e quindi con la riduzione dei costi.

E’ praticamente quasi impossibile riuscire ad avere un magazzino senza rotture, ma è indispensabile cercare di tenere sotto controllo i pezzi rotti, per non incorrere nella teoria delle finestre rotte di cui ti parlerò in un prossimo articolo.

Proteggere merce in magazzino
Cibo foto creata da 8photo – it.freepik.com

 

Tornando a noi, vediamo nel dettaglio alcune voci.

🐣 Conosci i tuoi polli pallet

E’ necessario verificare sempre i pallet per verificare eventuali tavole danneggiate, chiodi o tavole mancanti.
I pallet scadenti possono rompersi con il peso e causare la caduta di uno o più pezzi.
Possono anche causare problemi di carico e scarico: ad esempio, una traversa staccata può rimanere appesa alla scaffalature, provocando la caduta della merce posizionata al di sopra.

✅ I pallet devono essere caricati e sigillati correttamente

Usa il film estensibile per sigillare i pallet, e se necessario usa anche il nastro adesivo e le cinghie.
– Seleziona i pallet da usare
– Ispeziona i pallet
– Carica i pallet correttamente
– Fissa il carico sul pallet

📦 Proteggi la merce con l’aiuto di appositi contenitori

Se la merce è particolarmente fragile, oppure hai necessità di recuperare spazio in altezza, quindi devi sovrapporre la merce, o semplicemente da devi proteggere da eventuali urti, ti consiglio di usare uno dei seguenti accorgimenti:

– Contenitori pieghevoli
– Contenitori di metallo
– Bins e scatoli
– Gabbie in metallo o in legno

Da ricordare, inoltre che quasi tutti i danni si verificano mentre i prodotti vengono movimentati, quindi attenzione al trasporto della merce.

☀️ Tieni il magazzino ben illuminato

Il posto di lavoro deve essere ben illuminato.

Se l’immobile non è dotato di una buona illuminazione naturale, ti consiglio di predisporre un buon impianto di illuminazione per supportare le attività svolte all’interno.

Ora è conveniente installare le luci a led. Per gli angoli meno usati del magazzino ti consiglio di installare dei sensori di movimento, così le luci si accendono solo al passaggio, e ti consentono di risparmiare energia elettrica.

Tieni il magazzino illuminato
Foto creata da jcomp – it.freepik.com

🧹 Tieni il magazzino pulito ed in ordine

Partendo dalle buone pratiche del magazzino, ogni articolo da gestire in magazzino deve avere la propria posizione a scaffale, o nella propria area dedicata.

Predisponi dei contenitori per lo smaltimento dei materiale di consumo: i cartoni, il cellophane ed altri scarti della lavorazione. Cerca di incentivare la raccolta differenziata.

Predisponi dei turni di pulizia settimanali e fai attenzione a farli rispettare. Magari se gli operatori sono presi dal lavoro quotidiano, potrebbero pensare di saltare il turno di pulizia per dedicarsi ad altro.

Prima di acquistare eventuali apparecchiature per la pulizia del magazzino, chiedi la visita di un consulente che saprà guidarti nella scelta dell’attrezzatura più adeguata.

🗃️ Organizza e conserva i pallet con soluzioni efficaci e scaffalature

Solitamente nei magazzini si trovano le scaffalature porta pallet che occupano un’area importante del magazzino. Consentono di sfruttare lo spazio in altezza e di tenere ordinata la merce.

La merce non deve essere posizionata alla rinfusa nelle scaffalature, ma è conveniente e utile, usare un gestionale a supporto delle operazioni di magazzino.

Da tenere in considerazione anche il peso supportato dalle scaffalature, e quindi non sovraccaricare con peso eccessivo per evitare eventuali danni critici alla struttura.

📋 Tieni traccia delle attività eseguite dagli operatori

La forza e completezza del gestionale si ripercuote anche nel controllo degli errori commessi dal personale.

Fai in modo che il gestionale abbia uno storico di tutte le attività di movimentazione eseguite dal personale, con la data e l’ora dell’operazione.

Se trovi una determinata partita di merce danneggiata potrai chiedere spiegazioni agli operatori che l’hanno movimentata.

👷‍♀️ Installa le protezioni di sicurezza

Il magazzino è un luogo di lavoro e pertanto è disciplinato da norme di sicurezza ben definite, quindi sarà il tuo consulente alla sicurezza a verificare che tutto sia nella norma.

Ad ogni modo, la prudenza non è mai troppa, e quindi ti faccio un elenco più o meno esaustivo delle cose da salvaguardare:

  • le porte
  • le strutture portanti del magazzino
  • le scaffalature
  • le merci (ovviamente)
  • le attrezzature antincendio (estintori, etc.)
  • quadri elettrici
  • attrezzature elettroniche: stampanti, computer, etc..
  • persone

Per proteggere dagli urti, si possono installare delle barriere in acciaio o in polimeri di cui ti parlerò in un prossimo articolo.

🚴🏻 Lavora in modo ergonomico: equilibrio tra velocità e cautela

Spesso le merci vengono danneggiate quando si lavora in maniera frettolosa, approssimativa ed in maniera affrettata.

La programmazione delle attività deve essere un lavoro ben fatto e l’eccezione da gestire va bene, ma se ogni giorno ti trovi in affanno e devi lavorare di corsa per completare il lavoro da svolgere, si creano solo danni alla merce, le persone non sono soddisfatte ed il lavoro non viene fatto in modo adeguato, con maggiore facilità di commettere errori e quindi ricevere lamentele dai clienti.

🤕 Niente riesce ad eliminare completamente i danni dal magazzino

Coinvolgi il personale nella cultura della sicurezza, della pulizia, dell’ordine. Programma regolari sessioni di formazione su questi argomenti.

Riorganizza il magazzino per la massima produttività. Cerca di non avere merce fuori posizione, fuori scaffale o comunque in posti dove diventa facile urtare con i mezzi di lavoro.

Cerca di dare il buon esempio: se trovi qualcosa fuori posto chiediti il perchè e cerca di trovare la soluzione definitiva.

🚀 Bonus

Il magazzino non è una entità statica, ma è un luogo in costante evoluzione.
Puoi usare tutte le accortezze, ma l’azione più importante è agire sul personale ad avere la corretta mentalità, ha necessità di essere istruito e formato in modo corretto.

Oltre alle attività tipicamente da gestire in magazzino, ti lascio alcuni spunti di riflessione su cui lavorare per raggiungere l’obiettivo di un magazzino più ordinato:
– diminuzione delle scorte
– merce sempre nel posto corretto
– individuazione delle cause e non il colpevole (chiediti sempre il perchè)
– diminuire gli spostamenti di merce e di mezzi (la maggior parte delle rotture si verifica negli spostamenti)
– creare un senso unico dove possibile
– inventario e controllo costante
– ogni giorno cerca di portare una miglioria

In un prossimo articolo ti parlerò della teoria delle finestre rotte (https://it.wikipedia.org/wiki/Teoria_delle_finestre_rotte) e di come ha impattato nella mia vita privata e lavorativa, e potrebbe fare lo stesso nella gestione della tua vita.

Ho dedicato molto tempo per la stesura di questo articolo, e ti ringrazio di averlo letto fino in fondo.

Se vuoi restare aggiornato su questi argomenti di Logistica & Trasporti, ti invito a seguire anche la mia pagina instagram @logisticait ed iscriverti alla newsletter.

Grazie,

Francesco

Sull'autore

Francesco Gallo

Ingegnere informatico, responsabile logistica in una importante azienda della GDO dal 2012.

Lascia un commento

Francesco Gallo

Ingegnere informatico, responsabile logistica in una importante azienda della GDO dal 2012.

Restiamo in contatto

Sfruttiamo insieme la community per far crescere le nostre idee, aiutare il business e sentici meglio!

Iscriviti alla Newsletter